Conferenza e formazione di fine anno al MAMD

La riunione dell'Associazione quest'anno era prevista per il 10 novembre. Rudi e Karlheinz hanno colto l'occasione per viaggiare con la DB. Purtroppo questa volta siamo arrivati di nuovo in ritardo a Braunschweig. Dopo una bella cena con il GM Roland e sua moglie Renate, il sabato mattina è seguito un corso intensivo di DAN nel Dojo di Wilfried a Braunschweig/Rautheim. Il GM Roland ha richiesto molto alle sue cinture nere: 1-1 a Mano Mano per riscaldarsi. Poi lo stesso, solo un partner era armato con il bastone, l'altro con la Daga. Poi l'addestramento è decollato davvero: Espada y Daga (destra e SINISTRA), Hirada (destra e SINISTRA) e infine Freestyle naturalmente destra e SINISTRA. Abbiamo finito l'allenamento, - esausti - non solo fisicamente.

La sera ci siamo incontrati a Königslutter per la conferenza. Il GM Wolfgang si è rallegrato per la numerosa partecipazione dei leader e degli istruttori Dojo. Sia i ringraziamenti per l'anno scorso e l'annuncio delle attività per il prossimo anno sono state centro dell'attenzione. In particolare, il nuovo design della presenza su Internet ha suscitato grande interesse tra i partecipanti. La serata si è conclusa comodamente con molte conversazioni con buoni amici.

La domenica i partecipanti si sono incontrati per l'allenamento di fine anno nella palestra di Königslutter. Gli istruttori Ralf Notter e Torsten Zumpf hanno tenuto conferenze per la Modern Arnis e Torsten Kosuch si è occupato delle tecniche con i coltelli. In tutti i settori i partecipanti sono stati sfidati. Rudi e Karlheinz durante l'allenamento sono stati invitati in una stanza adiacente dal GM Wolfgang. Qui i due hanno dovuto dimostrare le corrispondenti tecniche  Mano Mano. Alla fine del corso Rudi e Karlheinz sono stati sorpresi, perché entrambi hanno ottenuto il 2° Dan Mano Mano Mano.

Ora era il momento di dire addio ai nostri cari amici del nord e Renate ci ha portato alla stazione ferroviaria. La DB ci ha sorpreso ancora una volta. Tutto è andato bene e siamo tornati a casa in tempo.

Foto di gruppo

Testo
Karlheinz Hauswurz
Foto
Thomas Karolczak